Trasformazione del diritto di superficie in proprietà e rimozione vincoli soggettivi

 

Il Comune prevede la possibilità di trasformare il diritto di superficie in diritto di proprietà delle aree comprese nei lotti riconducibili ai Piani di Zona, dove sono ubicati gli alloggi di edilizia convenzionata.

La possibilità di “riscattare” la piena proprietà delle aree sulle quali sono stati realizzati i fabbricati di E.R.P., in luogo del diritto di superficie previsto dalle varie convenzioni, è prevista dalla Legge 23 dicembre 1998 n. 448 art. 31 commi 45 e seguenti e s.m.i. ed è riservata al singolo proprietario dell’unità immobiliare.

In seguito a diverse pronunce della giurisprudenza civile e, da ultimo, della Sentenza della Corte Costituzionale n. 201/2021, con Deliberazione n.12 in data 29/03/2022 il Consiglio Comunale ha adeguato i criteri di determinazione dei corrispettivi da versare per il riscatto in piena proprietà e per la rimozione dei vincoli di prezzo massimo delle unità abitative, ai sensi dell’art. 35 della Legge n. 865/1971, dell’art. 18 del D.P.R. n. 380/2001 e dalla Legge sulle “semplificazioni” L. 108/2021 .

La disciplina vigente prevede che:

  • le unità abitative realizzate ab origine in diritto di proprietà, non sono soggette al vincolo del prezzo massimo di cessione oltre i termini di scadenza indicati nella convenzione;

  • le unità abitative realizzate in diritto di superficie possono essere riscattate in piena proprietà, previo pagamento di un corrispettivo che in ogni caso non può essere superiore ad € 5.000, per le abitazioni con superficie catastale residenziale fino a 125 mq, e ad € 10.000 per quelle con superficie superiore;

  • le sole unità abitative realizzate in diritto di superficie sono soggette al prezzo massimo di cessione fino all’affrancazione per la quale è previsto il versamento di un ulteriore corrispettivo.

Nel caso di unità abitative realizzate in diritto di superficie, chiunque vi abbia interesse può richiedere il riscatto in piena proprietà e l’affrancazione dal prezzo massimo di cessione. Può inoltre essere richiesto il solo riscatto in piena proprietà senza rimozione del vincolo di prezzo che potrà essere comunque richiesto successivamente.

Il Settore Servizi Territoriali, Sportello edilizia privata, sta provvedendo alla rideterminazione del corrispettivo da pagare in relazione a tutte le domande presentate prima del 29/03/2022. Successivamente i soggetti richiedenti saranno contattati e sarà loro comunicato il corrispettivo da versare (se diverso da quanto già corrisposto).

Il versamento dovrà essere effettuato, con adeguato anticipo rispetto alla stipula dell’atto (almeno 5 giorni lavorativi), esclusivamente presso la Tesoreria Comunale: Istituto di Credito UNICREDIT SPA con versamento tramite BONIFICO BANCARIO, intestato a COMUNE DI SENAGO, CODICE IBAN : IT 22 O 02008 33820 000103990895, con la seguente causale: “trasformazione del diritto di superficie”.

La deliberazione del Consiglio Comunale n.12 del 29/03/2022 ha altresì previsto la possibilità di rateizzare il pagamento nel caso in cui i corrispettivi del riscatto del diritto di superficie in piena proprietà e dell’affrancazione dal vincolo del prezzo massimo di cessione siano superiori ad € 5.000,00. In tal caso la rateizzazione potrà avere ad oggetto esclusivamente la parte eccedente tale somma e sarà subordinata alle seguenti condizioni:

  1. le rate successive dovranno avere scadenza mensile ed ammontare non inferiore ad € 500,00 ciascuna;

  2. i corrispettivi dovranno essere maggiorati degli interessi legali;

  3. prima della stipula dovrà essere depositata presso gli uffici comunali garanzia fideiussoria rilasciata da imprese bancarie o assicurative oppure rilasciata da intermediari finanziari iscritti all’albo di cui all’articolo 106 del decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385, che abbiano i requisiti minimi di solvibilità richiesti dalla vigente normativa bancaria assicurativa;

  4. la garanzia fideiussoria dovrà operare “a prima richiesta” e dovrà prevedere la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale di cui all’articolo 1944, secondo comma, del Codice civile; la rinuncia all’eccezione di cui all’articolo 1957, secondo comma, del codice civile; la facoltà del comune di chiedere l’adempimento da parte del garante a semplice richiesta scritta, entro quindici giorni dalla scadenza del termine di pagamento di una rata mensile;

Dell’eventuale dilazione del pagamento, dovrà esserne fatta menzione nell’atto pubblico, con indicazione della garanzia fideiussoria prestata, del valore e dei termini di pagamento delle rate residue. La stipula e la trascrizione dell’atto, presso l’ufficio dell’Agenzia delle entrate territorialmente competente, ai sensi dell’articolo 2645-quater del codice civile, potrà avvenire solo dopo il pagamento dell’anticipo ed il deposito della polizza fideiussoria.

Progressivamente, non appena disponibili, le quantificazioni del corrispettivo (da moltiplicarsi per la quota millesimale dell’abitazione) previsto per il riscatto di ciascun compendio immobiliare saranno pubblicate in questa pagina internet.

Sono inoltre pubblicati il testo della deliberazione del Consiglio Comunale n. 12 del 29/03/2022 e lo schema di tipo di convenzione per il riscatto in piena proprietà e la rimozione del vincolo di prezzo.

Cooperative le cui stime dell’area realizzata in diritto di superfice sono già in possesso dell’amministrazione

SN4 – via Saragat (palazzina)

  • Cooperativa Guido Dorso Groane

SN13 – via Ungaretti

  • Impresa Allegri

Eventuali informazioni possono essere richieste ai seguenti recapiti:

telefono: 02 99083212;

posta elettronica ordinaria: edilzia@comune.senago.mi.it ;

In allegato i documenti:

 dlc_00012_29-03-2022

Modulo trasf.dir.superficie

ALLEGATO 1 – PROCEDURA OPERATIVA

ALLEGATO 2 – SCHEMA DI CONVENZIONE

torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato ed è sviluppato secondo i principali canoni dell'accessibilità