Avvisi e segnalazioni

Buono Mobilità: come funziona

Il Buono Mobilità è un contributo pari al 60% della spesa sostenuta e, comunque, in misura non superiore a € 500,00 per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, nonché veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica (ad es. monopattini, hoverboard e segway) ovvero per l’utilizzo di servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture.

Il buono spetta ai maggiorenni residenti nei capoluoghi di Regione, nelle Città metropolitane , nei capoluoghi di Provincia, nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti e e nei comuni delle Città metropolitane (anche al di sotto dei 50.000 abitanti, quindi anche Senago) e avrà efficacia retroattiva: potranno infatti beneficiarne quanti, avendone i requisiti, abbiano fatto acquisti a partire dal 4 maggio 2020, giorno di inizio della Fase 2 fino al 31/12/2020.

COME FUNZIONA

Il buono mobilità può essere fruito utilizzando una specifica applicazione web che è in via di predisposizione e sarà accessibile, anche dal sito istituzionale del Ministero dell’ambiente, entro 60 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto interministeriale attuativo del Programma buono mobilità. Per accedere all’applicazione è necessario disporre delle credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

Le modalità per ottenerlo sono due:

  • Fase 1 (dal 4 maggio 2020 fino al giorno di inizio operatività dell’applicazione web): è previsto il rimborso al beneficiario; per ottenere il contributo è necessario conservare il documento giustificativo di spesa (fattura e non scontrino) e allegarlo all’istanza da presentare mediante l’applicazione web.
  • Fase 2 (dal giorno di inizio operatività dell’applicazione web): è previsto lo sconto diretto da parte del fornitore del bene/servizio richiesto, sulla base di un buono di spesa digitale che i beneficiari potranno generare sull’applicazione web. In pratica gli interessati dovranno indicare sull’applicazione web il mezzo o il servizio che intendono acquistare e la piattaforma genererà il buono spesa digitale da consegnare ai fornitori autorizzati per ritirare il bene o godere del servizio individuato. Il beneficiario, dunque, pagherà direttamente solo il 40% della spesa e sarà il negoziante a ricevere il rimborso del 60% restante.

Il Buono è personale e non a nucleo famigliare!

Tutte le info sono disponibili cliccando qui.

Informazioni

Data di pubblicazione28/05/2020
Condividi